Un Aeroporto per tutti

Rendere maggiormente fruibile il viaggio aereo alle persone con disabilità vuol dire -in definitiva- rendere l’esperienza in aeroporto migliore per tutti.

Con quest’obiettivo, sin dal 2003 GESAC ha coinvolto le organizzazioni rappresentative delle persone con disabilità, prima nel progressivo adeguamento delle strutture, a partire dai parcheggi e dai percorsi esterni, poi, a seguito dell’emanazione del Regolamento Europeo CE 1107/06 sui Diritti delle Persone con Mobilità Ridotta nel Viaggio Aereo, nella progettazione dei servizi di assistenza all’imbarco e sbarco delle persone con disabilità, nella formazione del personale, sino allo studio dei processi, allo sviluppo delle procedure e all’adeguamento delle attrezzature, nonché all’elaborazione degli standard di qualità del servizio.

Con queste premesse, e a valle di una collaborazione durata quasi dieci anni, nel luglio 2012 GESAC e FISH (Federazione Italiana Superamento Handicap) hanno stipulato un protocollo d’intesa, basato sull'approccio rispettoso dei diritti umani -come previsto dalla Convenzione Internazionale sui diritti delle persone con disabilità delle Nazioni Unite- e sull'inclusione sociale, al fine di realizzare nell'Aeroporto Internazionale di Napoli gli standard più elevati di qualità e di attenzione ai diritti dei passeggeri. L’accordo di collaborazione tra GESAC e FISH si attua attraverso un piano operativo definito annualmente.



 

Il collaudo civico dell’aeroporto di Napoli
GESAC e FISH hanno definito “Collaudo Civico” questo percorso partecipato tra il gestore aeroportuale ed esperti delle Organizzazioni rappresentative delle persone con disabilità. Il collaudo civico dell’Aeroporto Internazionale di Napoli ha consentito di definire in modo condiviso i processi di inclusione delle esigenze e diritti dei viaggiatori con disabilità (e PRM), inclusi il disegno e la realizzazione dell'ambiente costruito, le modalità di offerta di informazione e comunicazione e di accesso ai servizi, gli standard di qualità dell’assistenza ai passeggeri, le procedure di imbarco e sbarco, la dislocazione dei percorsi, i contenuti e le modalità di formazione e aggiornamento del personale dell'aeroporto, il rispetto di norme e principi nazionali ed internazionali. Con il collaudo civico dell’aeroporto, i saperi e le competenze diventano soluzioni e pratiche che permettono alle persone con disabilità di non essere discriminate e godere delle stesse opportunità di tutti gli altri passeggeri.