A-CDM

 

 

L’Airport Collaborative Decision Making (A-CDM) è una procedura operativa che consente di migliorare l’efficienza e la puntualità dello scalo, anticipare la prevedibilità degli eventi ed ottimizzare l’utilizzo delle risorse. Tale procedura prevede una migliore collaborazione tra gli attori aeroportuali coinvolti i quali avranno visibilità totale del processo, utilizzando dati sempre aggiornati, di migliore qualità e con significato univoco; tutte le procedure e le politiche di comunicazione saranno standardizzate al fine di ridurre ogni possibile fonte di errore.

Grazie ad essa tutte le fasi di un volo, dalla partenza all’atterraggio, sono trattate come un "processo unico" basato su una piattaforma di scambio informazioni che permette di ottimizzare la gestione del traffico aereo e le operazioni di assistenza.

Il progetto A-CDM rappresenta, pertanto, un cambio di metodologia operativa nella gestione del “Turnaround”: da “First come - First served “ a “First ready - First Served”.

 

Al fine di pianificare una pre-sequenza di partenza la necessità principale dell’A-CDM è quella di definire il “Target Take Off Time” (TTOT) nel modo più accurato possibile per permettere di migliorare la pianificazione “en route” e “sector” da parte dell’ATM Europeo; tale obiettivo è raggiungibile mediante l’implementazione di una serie di messaggi DPI (Departure Planning Information) e di “FUM” (Flight Update Messages) inviati alla CFMU.

Pertanto l’Airport CDM può essere considerato come la base per il collegamento dell’aeroporto al sistema ATM.

 

L’Airport CDM è stato implementato nello scalo attraverso l’introduzione di processi che sono stati realizzati attraverso i seguenti cinque elementi:

  1. Milestones Approach (Turn-Round Process)
  2. Variable Taxi Time (VTT)
  3. Collacorative Pre-Departure Sequence
  4. CDM in avverse condizioni metereologiche
  5. Collaborative Management of Flight Updates

 

 La procedura A-CDM inizia con la trasmissione del piano di volo ATC già 3 ore prima dell’EOBT (Estimated Off Block Time) e prosegue attraverso 16 milestones che descrivono lo stato del volo in tutte le sue fasi fino al decollo dell’aeromobile (ATOT -  Actual Take Off Time).

L’A-CDM, infatti, è una piattaforma integrata che trasmette in tempo reale al Network Management Operations Centre di EUROCONTROL le informazioni sullo stato di tutti i voli in partenza, mentre EUROCONTROL smista queste informazioni agli altri aeroporti collegati. È così possibile ottimizzare il flusso di traffico aereo, la gestione della capacità aeroportuale, l’uso delle infrastrutture aeroportuali e delle risorse umane, aumentando inoltre la puntualità dei voli e riducendo il consumo di carburante e il conseguente impatto ambientale.

 

Napoli-Capodichino è il quinto aeroporto ad entrare a far parte del Network Manager di EUROCONTROL, dopo Roma-Fiumicino, Milano-Malpensa e Venezia-Tessera già operativi e Milano-Linate. A livello europeo il network comprende Monaco, Bruxelles, Parigi CDG, Francoforte, Helsinki, Londra Heathrow, Düsseldorf, Zurigo, Oslo, Berlino Schoenefeld, Madrid, Stoccarda e Londra Gatwick.

 

Manuale A-CDM

Procedura aeroportuale come da Manuale di Aeroporto Sez. 14

Leaflet - Flight Crew Information